Vulcani La Terra inquieta Vulcani, terremoti e tsunami

La Terra è un pianeta inquieto, in continuo movimento.
Eruzioni e terremoti si verificano in tutta la superficie terrestre e sul fondo degli oceani

La Terra è un pianeta inquieto che non sta mai fermo. Questa irrequietezza è dovuta alla struttura interna della Terra, il cui materiale caldo risale verso la superficie raffreddandosi e aumentando di densità. Talvolta questo materiale fuoriesce in superficie, talvolta si sposta lateralmente trascinando la parte sovrastante. Sono questi movimenti a generare vulcani e terremoti. La maggior concentrazione dei vulcani nel mondo è collocata nella cosiddetta “cintura di fuoco”, una fascia che si estende dalle coste orientali a quelle occidentali dell’Oceano Pacifico, ma anche sul territorio italiano esistono diversi vulcani o sistemi vulcanici attivi, che hanno cioè dato manifestazioni negli ultimi 10.000 anni. Solo Stromboli ed Etna danno eruzioni continue o separate da brevi periodi di riposo, dell’ordine di mesi o di pochissimi anni. I fenomeni sismici, cioè i terremoti, possono verificarsi in conseguenza di un’eruzione vulcanica o dello scontro delle placche nelle quali è suddivisa la crosta terrestre. Vulcani e terremoti sono eventi naturali estremamente pericolosi. Nel Novecento il terremoto più grave in Italia, il più intenso degli ultimi 200 anni, si verificò nel 1908 sullo stretto di Messina, radendo al suolo le città di Messina e di Reggio Calabria. I morti accertati furono circa 80.000.

Fai la tua domanda

Se sei uno studente che partecipa al progetto tramite la scuola poni la tua domanda tramite l’insegnante.
Se sei maggiorenne e partecipi a titolo personale compila questo form.

    * campi obbligatori

    Info:

    relatore

    orario

    data

    Auditorium di Palazzo Blu

    Materiale didattico:

    I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.

    Menu